Assistente di studio odontoiatrico (ASO)

ASSISTENTE DI STUDIO ODONTOIATRICO (ASO)

L’assistente di studio odontoiatrico ASO (assistente alla poltrona del dentista) è colui che svolge attività finalizzate all’assistenza dell’odontoiatra e dei professionisti sanitari del settore durante la prestazione clinica, alla predisposizione dell’ambiente e dello strumentario, all’accoglienza dei clienti e alla gestione della segreteria e dei rapporti con i fornitori.

L’assistente alla poltrona odontoiatrica (ASO) è in grado inoltre di assumere comportamenti volti a trasmettere serenità, sicurezza e a sviluppare un rapporto di fiducia con le persone assistite fornendo loro informazioni utili per affrontare interventi e/o trattamenti, adottando comportamenti predefiniti dall’odontoiatra per creare un ambiente sicuro e accogliente utilizzando modalità comunicative verbali e non verbali adeguate alla condizione della persona assistita.

Al termine del corso sarà possibile esercitare la professione di assistente di studio odontoiatrico come parte integrante di strutture odontoiatriche.

Durata
Il corso è strutturato in 700 ore, suddivise in 300 ore di teoria ed esercitazioni e 400 ore di tirocinio come assistente studio odontoiatrico presso strutture convenzionate

Frequenza
La frequenza è obbligatoria, almeno il 90% del percorso formativo.

A chi è rivolto
Il corso è rivolto a formare figure in grado di svolgere attività finalizzate all’assistenza dell’odontoiatra e dei professionisti del settore durante la prestazione clinica, alla predisposizione dell’ambiente e dello strumentario, all’accoglimento dei clienti e alla gestione della segreteria e dei rapporti con i fornitori.

Requisiti di ammissione
Qualifica professionale oppure diploma di scuola secondaria di II grado

Principali contenuti del corso
Il percorso didattico è organizzato in unità formative, svolte da docenti con esperienza lavorativa o didattica riconosciuta.

UF 1 – Durata: 75 ore – Interagire con le persone assistite, i membri dell’equipe professionale, i fornitori e i collaboratori esterni
UF 2 – Durata: 80 ore – Allestire spazi e strumentazioni di trattamento odontoiatrico secondo protocolli e procedure standard
UF 3 – Durata: 70 ore – Assistere l’odontoiatra
UF 4 – Durata: 60 ore – Trattare la documentazione clinica e amministrativo-contabile

Approfondimento tecnico-normativo
a) Dalla data di entrata in vigore del DPCM del 9 febbraio 2018, pubblicato in G.U. n. 80 del 6 aprile 2018, ovvero il 21 aprile 2018, per un periodo successivo non superiore a 24 mesi, possono essere assunti dipendenti con la qualifica contrattuale di Assistente alla poltrona, privi dell’apposita qualifica professionale di Assistente di studio Odontoiatrico (ASO), fermo restando: l’obbligo da parte dei datori di lavoro di provvedere affinché gli stessi acquisiscano l’attestato di qualifica di ASO, entro trentasei mesi dall’assunzione, secondo quanto disposto nel presente atto; il possesso da parte del lavoratore del requisito di accesso al corso, ovvero il possesso di una qualifica rilasciata ai sensi del D.Lgs 206/2005 oppure di un diploma di scuola secondaria di II grado.

b) Per coloro che alla data di entrata in vigore del citato DPCM si trovano in costanza di lavoro con inquadramento contrattuale di Assistente alla Poltrona e che non posseggono i trentasei mesi di attività lavorativa per l’esenzione della formazione, i datori di lavoro devono provvedere affinché gli stessi conseguano la qualifica professionale di ASO entro trentasei mesi dalla data di entrata in vigore dello stesso DPCM.

Casi di esenzione del percorso formativo
Sono esentati dall’obbligo di frequenza del percorso formativo e del relativo esame coloro che alla data del 21 aprile 2018 che definisce l’entrata in vigore del DPCM del 9 febbraio 2018 hanno o hanno avuto l’inquadramento contrattuale di Assistente alla poltrona, e possono documentare un’attività lavorativa, anche svolta e conclusasi in regime di apprendistato, di non meno di trentasei mesi, anche con consecutiva, espletata negli ultimi cinque anni antecedenti l’entrata in vigore del DPCM.
Il datore di lavoro presso il quale il lavoratore presta il servizio è tenuto ad acquisire dal lavoratore stesso la documentazione comprovante il possesso dei requisiti per l’esenzione.
Questo accertamento di esenzione viene fatto esclusivamente dal datore di lavoro e non richiede alcuna verifica confermativa da parte della Regione Piemonte.

Tirocinio
Nelle strutture presso cui si svolge il tirocinio la supervisione dello stesso è delegata dal responsabile della struttura ad un soggetto (“tutor aziendale”) con esperienza professionale di almeno 3 anni, anche non continuativi, maturata negli ultimi cinque anni nell’esercizio dell’attività lavorativa.
Ai soggetti che si trovano in costanza di lavoro e rientrano in uno dei casi sotto elencati è consentito lo svolgimento del tirocinio, in orario di servizio, nel luogo di lavoro presso cui operano:
a) I soggetti che abbiano maturato un’esperienza nello svolgimento di attività di assistente di studio odontoiatrico di almeno un anno consecutivo, negli ultimi 10 anni antecedenti alla data di entrata in vigore del DPCM del 9 febbraio 2018, pubblicato in G.U. n. 80 del 6 aprile 2018, ovvero il 21 aprile 2018;
b) I soggetti che alla data di entrata in vigore del citato DPCM si trovano in costanza di lavoro con inquadramento contrattuale di Assistente alla Poltrona e che non posseggono i trentasei mesi di attività lavorativa per l’esenzione della formazione;
c) I soggetti che dalla data di entrata in vigore del DPCM del 9 febbraio 2018, pubblicato in G.U. n. 80 del 6 aprile 2018, ovvero il 21 aprile 2018, per un periodo successivo non superiore a 24 mesi, sono assunti come dipendenti con la qualifica contrattuale di Assistente alla poltrona, privi dell’apposita qualifica professionale di Assistente di studio Odontoiatrico (ASO).
Pertanto, ai citati soggetti di cui ai punti a), b) e c) lo svolgimento di n. 400 ore di attività lavorativa viene considerato come adempimento all’obbligo di tirocinio.

Esame finale della durata di 15 ore
La qualifica professionale di “Assistente allo studio odontoiatrico” è rilasciata previo superamento di apposito esame con una commissione esterna, volto a verificare l’acquisizione di adeguate competenze tecnico professionali previste dal corso.

Tale esame consiste nella somministrazione di un questionario e una prova pratica, secondo le indicazioni definite nel percorso standard.
Sono considerati idonei i candidati che abbiano ottenuto una valutazione complessiva non inferiore a 60/100.
Il ruolo di esperto del mondo del lavoro previsto da tale disciplina deve essere ricoperto da un odontoiatra designato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

Modalità di pre-iscrizione e scadenza
COMPILAZIONE, NON VINCOLANTE, DEL MODULO DI PREISCRIZIONE
ENTRO IL 30 GIUGNO 2019

Modalità di iscrizione
In sede previo colloquio motivazionale

Partenza prevista
Settembre 2019